Menu
 

Domande frequenti

Tariffe abbonamenti

Qual è la validità degli abbonamenti 10 e 20 transiti?
Link: Tariffe
 
Con lo stesso abbonamento possono passare più veicoli contemporaneamente?
No. Per motivi tecnici, devono intercorrere almeno 30 minuti tra due transiti nello stesso senso di circolazione con la stessa tessera di abbonamento.
 
Qual è la validità dei biglietti andata e ritorno ?
Link: Tariffe
 
E' possibile pagare il pedaggio con i "chèques vacance" (francesi?)
No, il pedaggio può essere pagato in contanti o con le principali carte di credito.
Link: Tariffe
 

Varie

Che tempo fa?
Link: Web cam
 
Qual è la distanza fra il Traforo e alcune delle maggiori città?
Distanza dal piazzale italiano a:
Courmayeur*5 km
Aosta*42 km
Torino* 151 km
Milano* 224 km
Roma *760 km

Distanza dal piazzale francese a:
Chamonix5 km
Genève* 87 km
Lyon* 222 km
Macon* 229 km
Paris* 612 km

* distanza per autostrada
 
Il Traforo è aperto 24 ore su 24?
Sì, il Traforo è sempre aperto. Tuttavia, la circolazione può essere interrotta per consentire lo svolgimento di esercitazioni di sicurezza o la realizzazione di lavori di manutenzione. Tali interruzioni sono normalmente programmate in ore notturne. In questi casi, le perturbazioni vengono comunicate preventivamente attraverso gli organi di stampa, per mezzo di materiale distribuito al pedaggio e sul sito internet del Traforo. Inoltre, in alcuni periodi dell’anno, la realizzazione dei lavori di manutenzione programmata richiede di applicare il senso unico alternato, secondo un calendario comunicato anch’esso preventivamente. Infine, l’applicazione delle norme di sicurezza può indurre gli operatori di sorveglianza del traffico ad interrompere temporaneamente la circolazione, in funzione della natura degli eventi.
 Link: Calendario
 

Regolamento della circolazione

C’è un supplemento da pagare per i veicoli GPL?
Non c’è nessun supplemento di tariffa per i veicoli a GPL.
 
I veicoli alimentati a GPL possono transitare nel Traforo?
Sì, ma devono dichiararlo al pedaggio. In questo caso viene consegnata al conducente una etichetta che deve essere esposta sul parabrezza durante il transito. Non c’è nessun costo aggiuntivo.
 
Perché nei periodi di intenso traffico c’è molta coda al Traforo?
Per permettere ai veicoli di rispettare una distanza di separazione di 150 m fin dall’ingresso nel Tunnel, le barriere del pedaggio sono cadenzate elettronicamente in modo da autorizzare il passaggio di un veicolo ogni 7 secondi circa. Non è dunque possibile accelerare il ritmo del traffico. Quando l’afflusso è intenso, si crea naturalmente una coda. Gli operatori di sorveglianza possono ridurre l’afflusso dei mezzi pesanti dando istruzioni alle aree di regolazione di Passy-Le Fayet e di Aosta, ma non possono intervenire sull’afflusso dei veicoli leggeri. I servizi di informazione del traffico sono costantemente informati sulla durata dell’attesa. Quando si verifica un evento fortuito, ad esempio l’arresto di un veicolo all’interno del Tunnel, la circolazione viene immediatamente sospesa e le perturbazioni che ne derivano possono avere una durata importante.
 
A quali condizioni le merci pericolose possono transitare nel Traforo?
Il transito delle merci pericolose attraverso il Traforo del Monte Bianco è soggetto alle condizioni e ai divieti previsti per le gallerie di categoria E dall’Accordo europeo ADR 2009.
Link : Il regolamento di circolazione nel Traforo del Monte Bianco (decreto francese)
Link : Il regolamento di circolazione nel Traforo del Monte Bianco (ordinanza italiana)

ATTENZIONE: l’accesso al Traforo del Monte Bianco dei veicoli che trasportano merci identificate con i numeri ONU 2919, 3291, 3331, 3359 e 3373, non è consentito, stante il divieto di transito delle suddette merci sulle strade che conducono al Traforo, disposto dalle Prefetture francese e italiana.
Link : Arrêté du Préfet de la Haute-Savoie n. DDT-2010-60 du 20 janvier 2010
Link : Decreto del Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta n. 33 del 26 gennaio 2010

 

Norme di sicurezza

Cosa devo fare se le barriere di sicurezza si abbassano?
Le barriere di sicurezza si abbassano dopo che i semafori sono messi al rosso. È dunque obbligatorio fermarsi! I pannelli elettronici a messaggio variabile situati in volta o vicino alle barriere vi informeranno sul comportamento da tenere. Se le porte dei luoghi sicuri lampeggiano, se i messaggi dei pannelli elettronici lo indicano o se l’operatore ve lo richiede via radio, raggiungete il luogo sicuro più vicino e non ritornate nel Tunnel fino a quando non sarete invitati a farlo. I videocitofoni presenti all’interno dei luoghi sicuri permettono di entrare in contatto con gli operatori, che vi daranno le informazioni necessarie sul comportamento da tenere.
 
Cosa devo fare se il mio veicolo ha un problema tecnico?
Tentate di raggiungere una piazzola di sosta: ce n’è una ogni 600 m sulla vostra destra. Parcheggiate il veicolo e chiamate i soccorsi utilizzando la postazione di chiamata di emergenza presente nella nicchia di sicurezza. Sappiate che il sistema di sorveglianza è in grado di seguire in ogni momento la vostra situazione. Se il vostro veicolo si arresta in carreggiata, tentate di avvicinarlo il più possibile al margine del marciapiede.
 
Perché si richiede di ascoltare la radio nel Tunnel?
Gli operatori di sorveglianza del traffico hanno la possibilità di comunicare dei messaggi di informazione direttamente sulla vostra radio FM. Per ricevere i messaggi è sufficiente ascoltare la radio su una delle 12 frequenze ricevibili nel Tunnel. Inoltre ogni 6 minuti vengono diffusi dei messaggi registrati in 3 lingue (italiano, francese e inglese) che vi ricordano le regole di sicurezza da osservare durante il transito.
 

Gli impianti

Si può utilizzare il telefono portatile in galleria?
In galleria non è possibile utilizzare il telefono cellulare. Ogni 100 m sono a disposizione delle postazioni di chiamata di emergenza che vi permettono di entrare in contatto con un operatore di sorveglianza del traffico.
 
A cosa serve il portale termografico?
Questo strumento permette di rivelare la presenza di un eventuale surriscaldamento su un veicolo pesante.
 
 Top