Temperatura

-2.7°
Piazzale francese
-2.8°
Piazzale Italiano

Viabilità Traforo Monte Bianco

09/12/2022 01:01 Per il lato italiano del Traforo del Monte Bianco : CODICE GIALLO - Neve in atto con intensità debole o media,e senza effetti sul deflusso del traffico.
09/12/2022 03:33 Per il lato francese del Traforo del Monte Bianco : CODICE GIALLO - Neve in atto con intensità debole o media,e senza effetti sul deflusso del traffico.
subscription Verifica abbonamento Gare d'appalto

Struttura aziendale

Una gestione europea realmente integrata

Il Traforo del Monte Bianco è gestito da un organismo binazionale unitario, costituito parallelamente alla realizzazione del programma di ripristino e di ammodernamento del traforo, ultimato nel 2002. Si tratta di una struttura italo-francese di diritto comunitario, il cui primo statuto è stato depositato da ATMB (Autoroutes et Tunnel du Mont Blanc s.a.) e da SITMB (Società Italiana per il Traforo del Monte Bianco s.p.a.) il 18 maggio 2000 presso il Registro delle Imprese di Aosta. Il 1° marzo 2022, la sua denominazione è stata modificata in Traforo del Monte Bianco - GEIE (TMB-GEIE) Ha la sede principale a Courmayeur, piazzale italiano del Traforo, e una stabile organizzazione in territorio francese.
Il TMB-GEIE ha in carico l’esazione dei pedaggi per conto delle due società concessionarie; è responsabile della manutenzione e dell’esercizio del traforo e delle sue competenze, oltre che della sicurezza e della gestione del traffico. Esso svolge inoltre, per conto di SITMB e ATMB, l’incarico della committenza per i lavori di manutenzione e di ammodernamento dell’infrastruttura e dei suoi impianti.

Organi direttivi e di amministrazione: un'impronta binazionale

Una commissione intergovernativa (CIG), composta di rappresentanti dei ministeri italiani e francesi, stabilisce gli orientamenti generali del Traforo e definisce la politica di gestione, d’intesa con i Ministri delle Infrastrutture di Italia e Francia. Tale organismo si avvale di un comitato di sicurezza (COMSEC), composto di esperti che vengono consultati su qualunque problematica in materia di sicurezza dell’infrastruttura e della sua gestione.
Il TMB-GEIE è governato da un'Assemblea dei Membri presieduta a turno dal legale rappresentante di uno dei Membri (SITMB e ATMB).
La gestione e l’amministrazione del TMB-GEIE sono affidate Direttore Gerente - nominato dai Membri con decisione congiunta, per un mandato con durata di 48 mesi, rinnobaile - e da un Vicedirettore Finanza, delegato agli acquisti, budget, amministrazione e budget.
Inoltre, conformemente alle raccomandazioni della direttiva europea 2004/54/CE del 29 aprile 2004 (relativa ai requisiti minimi di sicurezza per le gallerie della rete stradale transeuropea), è stato nominato dal TMB-GEIE, dopo essere stato preventivamente accettato dall’autorità amministrativa (la CIG), un responsabile della sicurezza che coordina tutte le misure di prevenzione e di salvaguardia dirette a garantire la sicurezza degli utenti e del personale di esercizio.

Servizio di Intervento Immediato: 70 unità circa

Questo servizio garantisce una presenza costante di agenti di intervento immediato in tre postazioni (due esterne e una interna, al centro del tunnel); si tratta di agenti specializzati nell’intervento antincendio in ambiente confinato. Essi si avvalgono di veicoli e di attrezzature speciali appositamente realizzati e molto performanti, condividendo spazi comuni e lavorando in stretto coordinamento con gli operatori dipendenti del traforo. In applicazione delle procedure di sicurezza in vigore al Traforo, possono ricevere il supporto dei servizi pubblici di soccorso. La loro presenza sul posto garantisce una notevole rapidità di intervento, fondamentale per circoscrivere un’emergenza in tempi ridotti.

Servizio di Polizia Binazionale: 40 unità circa

Costituito da membri della Polizia di Stato (Italia) e dalla Gendarmerie Nationale (Francia), il servizio di polizia binazionale dispone di sale operative sui due piazzali ed è incaricato del controllo del rispetto del regolamento di circolazione. Tale compito viene assicurato da pattuglie miste composte ciascuna da un agente di polizia e da un gendarme che effettuano un servizio di pattugliamento della galleria, completando in tal modo il dispositivo di sicurezza.
Utilizziamo solo cookie tecnici, strettamente necessari per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito, come indicato nella cookie policy.