Temperatura

7°
Piazzale francese
13°
Piazzale Italiano

Viabilità Traforo Monte Bianco

21/05/2024 19:31 La circolazione è totalmente sospesa dal 21/05/2024 alle ore 19:00 al giorno 22/05/2024 alle ore 07:30 per consentire la realizzazione di attività di manutenzione
subscription Verifica abbonamento class-E Trasporti Eccezionali

Comunicati stampa

MAGGIO 2024

Intervento tecnico sul piano viabile: ripristino della circolazione nei due sensi di marcia

Courmayeur/Chamonix, 15-05-2024

A causa di un inconveniente riscontrato sul piano viabile in corrispondenza del cantiere di risanamento dell’impalcato stradale, e della necessità di realizzare un intervento di riparazione per la sua messa in sicurezza, oggi mercoledì 15 maggio 2024:
- la circolazione al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni di marcia alle ore 7:52;
- alle ore 9.45, è stato istituito un senso unico alternato.
Alle ore 16.10, al completamento dell’intervento di riparazione del piano viabile, la circolazione è stata ripristinata nelle due direzioni di marcia per tutti i veicoli.
Conseguentemente è stato disattivato il piano di emergenza di viabilità transalpina per i mezzi pesanti diretti verso l’Italia, mentre per quelli diretti verso la Francia tale piano resterà attivo per il resto del pomeriggio, in considerazione dell’elevato numero di veicoli fermi sull’area di regolazione di Aosta.
Infine, la chiusura totale in programma per questa sera a partire dalle 19.00 è posticipata di un’ora, al fine di consentire ai veicoli in attesa di riprendere il loro viaggio in direzione della Francia.
La circolazione di tutti i veicoli sarà pertanto interrotta questa sera a partire dalle ore 20.00, fino alle ore 7.30 di domattina, per consentire la realizzazione dei lavori di risanamento dell’impalcato stradale.
---
Scusandosi per il disagio, il TMB-GEIE invita tutti gli utenti a rimanere informati sulle condizioni di viabilità nelle due direzioni:
- App: TMB Mobility.
- Sito internet del traforo: www.tunnelmb.net
- Risponditore telefonico: +39 0165 890411
 
- Radio FM: 103.3 ISO RADIO

MAGGIO 2024

Intervento tecnico sul piano viabile

Courmayeur/Chamonix, 15-05-2024

Oggi mercoledì 15 maggio 2024, alle ore 7.52, la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni, per consentire la realizzazione di un intervento tecnico sul piano viabile, in corrispondenza del cantiere di risanamento dell’impalcato stradale.
La circolazione era stata ripristinata questa mattina alle ore 6.24, un’ora prima dell’orario previsto per la riapertura, al termine di una notte di attività di risanamento dell’impalcato stradale.
Alle ore 7.52, la constatazione di un’anomalia su un giunto di raccordo ha richiesto, per ragioni di sicurezza, l’interruzione della circolazione.
I servizi tecnici giunti immediatamente sul posto hanno provveduto alla realizzazione di un intervento di riparazione, in corso di finalizzazione.
Alle ore 9.45, la circolazione è stata ripristinata a senso unico alternato.
Tuttavia, al fine di limitare le ripercussioni sul traffico delle merci e in previsione della chiusura totale in programma per questa sera (a partire dalle 19.00 fino alle 7.30 di domattina), è stata richiesta l’attivazione del piano alternativo di attraversamento alpino.
In conseguenza di quanto sopra, i mezzi pesanti sono invitati a seguire gli itinerari alternativi (Traforo del Frejus, valico di Ventimiglia, Traforo del Gran San Bernardo).
Scusandosi per il disagio, il TMB-GEIE invita tutti gli utenti a rimanere informati sulle condizioni di viabilità nelle due direzioni:
- App: TMB Mobility.
- Sito internet del traforo: www.tunnelmb.net
- Risponditore telefonico: +39 0165 890411
- Radio FM: 103.3 ISO RADIO
 
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

APRILE 2024

Lavori di risanamento della volta: il primo cantiere-test sarà realizzato dal 2 settembre al 16 dicembre 2024 e necessiterà della chiusura totale dell’opera

Courmayeur/Chamonix, 16-04-2024

Il Traforo del Monte Bianco realizza nel 2024 il primo cantiere-test di risanamento della volta su due tratti di 300 metri ciascuno. Questo progetto, inizialmente pianificato nel 2023, era stato rinviato di un anno dagli Stati italiano e francese riuniti in Commissione Intergovernativa, al fine di garantire una buona connettività tra Italia e Francia in occasione della frana sulla A43 in Maurienne (F).
Per la realizzazione dei lavori IL TRAFORO DEL MONTE BIANCO SARA’ TOTALMENTE CHIUSO AL TRAFFICO A PARTIRE DALLE ORE 17 DI LUNEDI 2 SETTEMBRE FINO ALLE ORE 17 DI LUNEDI 16 DICEMBRE 2024.
Il periodo è stato individuato insieme alle prefetture della Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia, ritenendo l’autunno come il periodo meno impattante sul turismo, in particolare per i veicoli leggeri, i primi utilizzatori del traforo (68% del traffico nel 2023) e sull’economia tra le due regioni.
La tipologia dei lavori, le caratteristiche geometriche del traforo, la necessità di smontare tutti gli impianti tecnologici nelle zone di intervento e la sicurezza delle maestranze non consentono il passaggio del traffico veicolare in nessuna circostanza, anche temporanea, durante l’intera durata del cantiere.
Il Traforo del Monte Bianco, opera che ha oltre 60 anni, è il primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura, con importanti interventi di genio civile sull’impalcato su cui poggia il piano viabile e sulla volta.
Per il futuro risanamento della volta, il traforo realizzerà nel 2024 e nel 2025 due fasi-test di lavori sperimentali, che consentiranno di individuare la migliore metodologia operativa per il prosieguo.
Il TMB-GEIE insieme alle imprese ed alle maestranze impegnate garantiranno il massimo impegno nel rispetto del cronoprogramma per limitare il periodo di chiusura nei tempi previsti.
Le due concessionarie SITMB e ATMB continuano a lavorare con le autorità dei due Paesi per proporre – in occasione della realizzazione di questi importanti lavori – le migliori soluzioni alternative di collegamento tra l’Italia e la Francia.
 
Lavori di risanamento della volta: il primo cantiere-test su 600 metri sarà realizzato dal 2 settembre al 16 dicembre 2024
Questo primo cantiere sperimentale riguarderà nel 2024 il risanamento della volta in due tratti di galleria, per un totale di 600 metri.
Queste due zone sono caratterizzate da differenti configurazioni suscettibili di essere presenti lungo la galleria.
Per questo cantiere si renderà necessaria la chiusura totale alla circolazione per 15 settimane consecutive.
La realizzazione di questi lavori comporterà infatti lo smontaggio di tutti gli impianti di sicurezza presenti sulla volta – gli acceleratori per il controllo della corrente d’aria longitudinale, le telecamere e la rilevazione automatica di evento, il cavo termometrico, ecc. – impianti che rappresentano uno dei pilastri su cui si fonda il dispositivo di sicurezza. Nell’impossibilità di rimuoverli ogni sera e rimontarli ogni mattina, questo cantiere richiederà una chiusura totale al traffico.
In caso di esito positivo della tecnologia di intervento utilizzata nel 2024, il risanamento sarà realizzato nel 2025 su ulteriori 600 metri.
Questi cantieri sperimentali rappresentano la chiave del proseguimento del risanamento. Consentiranno di studiare tutti i parametri, e sarà solo al termine di queste fasi che potrà essere determinato più precisamente il proseguimento del risanamento della volta. Si tratterà di individuare la miglior metodologia operativa, in particolare la durata, la tecnologia impiegata, l’impatto della chiusura sul lungo periodo e sugli itinerari alternativi, ecc.
Questi lavori 2024 e 2025 rappresentano un investimento complessivo di 50 milioni di euro.
 
Perché intraprendere dei lavori di risanamento della volta?
Il Traforo del Monte Bianco ha oltre 60 anni. Si tratta del primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura. Oltre all’ordinaria manutenzione eseguita durante le notti di lavori, questa opera eccezionale entra in un periodo durante il quale necessita di interventi più importanti di genio civile. Questi grandi lavori sull’infrastruttura stessa sono necessari a garantire la sua perennità a lungo termine.
Dalla riapertura del traforo del 2002, il TMB-GEIE svolge attività di monitoraggio annuali della volta e dell’impalcato stradale. Questa sorveglianza permanente consente di seguire la sua evoluzione nel tempo, e di definire i lavori futuri da realizzare.
 
L’autunno, il periodo dell’anno in cui il traffico di veicoli leggeri del traforo è più debole
Consapevoli del forte legame che il Traforo del Monte Bianco permette tra i due Paesi, le due società concessionarie – l’italiana SITMB e la francese ATMB – e il TMB-GEIE si impegnano a fare il possibile per continuare a garantire l'accessibilità di questa via di comunicazione strategica per il turismo e l’economia locale ed europea.
Per questa chiusura di 15 settimane, il periodo autunnale è stato scelto per la sua più bassa affluenza di veicoli, in particolare di veicoli leggeri. Nel 2023, questa categoria di veicoli ha rappresentato il 68% del traffico totale).
Il Traforo del Monte Bianco sarà pertanto totalmente chiuso al traffico a partire da lunedì 2 settembre, ore 17.00, fino a lunedì 16 dicembre 2024, ore 17.00.
Il TMB-GEIE si impegna sin d’ora a fare tutto quanto è nelle sue possibilità affinché la circolazione possa essere ripristinata in anticipo rispetto al 16 dicembre, informando per tempo le istituzioni e l’utenza nel caso di un’eventuale riapertura anticipata del traforo.
 
Lavori di risanamento dell’impalcato stradale: ripresa dei cantieri notturni a partire da metà aprile 2024
Quanto ai lavori di sostituzione della soletta nel tratto centrale della galleria, il Traforo del Monte Bianco realizza nel corso della primavera 2024 l’ultima fase di questo progetto.
Con questo intervento, l’impalcato stradale sarà completamente risanato nel tratto centrale della galleria su una lunghezza complessiva di circa 1.700 metri, per un investimento di 60 milioni di euro.
Questi lavori si svolgeranno con chiusure notturne infrasettimanali, tra aprile e giugno 2024, al termine della stagione turistica invernale e prima dell’inizio delle vacanze estive (v. calendario allegato).
Per le caratteristiche di cantierizzazione e la zona di intervento non è possibile effettuare tali lavori in contemporanea agli interventi sulla volta previsti nel prossimo autunno.
Il periodo individuato consentirà di avviare i lavori al termine della stagione turistica invernale, e di terminarli entro l’inizio delle vacanze estive, preservando il ponte del 25 Aprile e quelli dell’Ascensione e della Pentecoste (festivi in Francia, Svizzera e in altri Paesi d’Europa), contraddistinti da importanti flussi turistici transfrontalieri.
 
Gli itinerari alternativi al Traforo del Monte Bianco durante la sua chiusura di 15 settimane consecutive
La mappa degli itinerari alternativi – elaborata con le Prefetture della Regione Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia – è disponibile sul sito www.tunnelmb.net e sull’applicazione TMB Mobility.
La mappa è stata condivisa anche con le Prefetture della Regione Piemonte e della Savoia, anch’esse impattate dalla chiusura del Traforo del Monte Bianco. Si stima che circa il 90% dei mezzi pesanti si dirigeranno verso il Traforo del Frejus, mentre i veicoli leggeri si ripartiranno, in funzione di provenienza e destinazione, tra il Gran San Bernardo, il Frejus e i colli alpini.
 
Gli abbonamenti 10 o 20 transiti
La data di scadenza di tutti gli abbonamenti (10 o 20 transiti) in corso di validità alla data di inizio della chiusura totale (2 settembre 2024) sarà prorogata di 4 mesi. Il prolungamento della data di validità sarà effettuato automaticamente. Non sarà pertanto necessario inviare alcuna richiesta specifica.
 
Il calendario delle interruzioni della circolazione
Il calendario previsionale si riferisce all’insieme delle interruzioni della circolazione in programma nel 2024, siano esse legate all'esecuzione dei lavori sull’impalcato stradale e sulla volta, alla realizzazione di operazioni di manutenzione o allo svolgimento di esercitazioni di sicurezza obbligatorie.
 
Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.tunnelmb.net, sull’applicazione TMB Mobility e sui principali canali di informazione sulla viabilità.

MARZO 2024

Risanamento dell'impalcato stradale: ripresa dei cantieri notturni a partire da aprile 2024

Courmayeur/Chamonix, 12-03-2024

Il Traforo del Monte Bianco realizza nel 2024 il primo cantiere-test di risanamento della volta su due tratti di 300 metri ciascuno. Questo progetto, inizialmente pianificato nel 2023, era stato rinviato di un anno dagli Stati italiano e francese riuniti in Commissione Intergovernativa, al fine di garantire una buona connettività tra Italia e Francia in occasione della frana sulla A43 in Maurienne (F).
Per la realizzazione dei lavori IL TRAFORO DEL MONTE BIANCO SARA’ TOTALMENTE CHIUSO AL TRAFFICO A PARTIRE DALLE ORE 17 DI LUNEDI 2 SETTEMBRE FINO ALLE ORE 17 DI LUNEDI 16 DICEMBRE 2024.
Il periodo è stato individuato insieme alle prefetture della Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia, ritenendo l’autunno come il periodo meno impattante sul turismo, in particolare per i veicoli leggeri, i primi utilizzatori del traforo (68% del traffico nel 2023) e sull’economia tra le due regioni.
La tipologia dei lavori, le caratteristiche geometriche del traforo, la necessità di smontare tutti gli impianti tecnologici nelle zone di intervento e la sicurezza delle maestranze non consentono il passaggio del traffico veicolare in nessuna circostanza, anche temporanea, durante l’intera durata del cantiere.
Il Traforo del Monte Bianco, opera che ha oltre 60 anni, è il primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura, con importanti interventi di genio civile sull’impalcato su cui poggia il piano viabile e sulla volta.
Per il futuro risanamento della volta, il traforo realizzerà nel 2024 e nel 2025 due fasi-test di lavori sperimentali, che consentiranno di individuare la migliore metodologia operativa per il prosieguo.
Il TMB-GEIE insieme alle imprese ed alle maestranze impegnate garantiranno il massimo impegno nel rispetto del cronoprogramma per limitare il periodo di chiusura nei tempi previsti.
Le due concessionarie SITMB e ATMB continuano a lavorare con le autorità dei due Paesi per proporre – in occasione della realizzazione di questi importanti lavori – le migliori soluzioni alternative di collegamento tra l’Italia e la Francia.
 
Lavori di risanamento della volta: il primo cantiere-test su 600 metri sarà realizzato dal 2 settembre al 16 dicembre 2024
Questo primo cantiere sperimentale riguarderà nel 2024 il risanamento della volta in due tratti di galleria, per un totale di 600 metri.
Queste due zone sono caratterizzate da differenti configurazioni suscettibili di essere presenti lungo la galleria.
Per questo cantiere si renderà necessaria la chiusura totale alla circolazione per 15 settimane consecutive.
La realizzazione di questi lavori comporterà infatti lo smontaggio di tutti gli impianti di sicurezza presenti sulla volta – gli acceleratori per il controllo della corrente d’aria longitudinale, le telecamere e la rilevazione automatica di evento, il cavo termometrico, ecc. – impianti che rappresentano uno dei pilastri su cui si fonda il dispositivo di sicurezza. Nell’impossibilità di rimuoverli ogni sera e rimontarli ogni mattina, questo cantiere richiederà una chiusura totale al traffico.
In caso di esito positivo della tecnologia di intervento utilizzata nel 2024, il risanamento sarà realizzato nel 2025 su ulteriori 600 metri.
Questi cantieri sperimentali rappresentano la chiave del proseguimento del risanamento. Consentiranno di studiare tutti i parametri, e sarà solo al termine di queste fasi che potrà essere determinato più precisamente il proseguimento del risanamento della volta. Si tratterà di individuare la miglior metodologia operativa, in particolare la durata, la tecnologia impiegata, l’impatto della chiusura sul lungo periodo e sugli itinerari alternativi, ecc.
Questi lavori 2024 e 2025 rappresentano un investimento complessivo di 50 milioni di euro.
 
Perché intraprendere dei lavori di risanamento della volta?
Il Traforo del Monte Bianco ha oltre 60 anni. Si tratta del primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura. Oltre all’ordinaria manutenzione eseguita durante le notti di lavori, questa opera eccezionale entra in un periodo durante il quale necessita di interventi più importanti di genio civile. Questi grandi lavori sull’infrastruttura stessa sono necessari a garantire la sua perennità a lungo termine.
Dalla riapertura del traforo del 2002, il TMB-GEIE svolge attività di monitoraggio annuali della volta e dell’impalcato stradale. Questa sorveglianza permanente consente di seguire la sua evoluzione nel tempo, e di definire i lavori futuri da realizzare.
 
L’autunno, il periodo dell’anno in cui il traffico di veicoli leggeri del traforo è più debole
Consapevoli del forte legame che il Traforo del Monte Bianco permette tra i due Paesi, le due società concessionarie – l’italiana SITMB e la francese ATMB – e il TMB-GEIE si impegnano a fare il possibile per continuare a garantire l'accessibilità di questa via di comunicazione strategica per il turismo e l’economia locale ed europea.
Per questa chiusura di 15 settimane, il periodo autunnale è stato scelto per la sua più bassa affluenza di veicoli, in particolare di veicoli leggeri. Nel 2023, questa categoria di veicoli ha rappresentato il 68% del traffico totale).
Il Traforo del Monte Bianco sarà pertanto totalmente chiuso al traffico a partire da lunedì 2 settembre, ore 17.00, fino a lunedì 16 dicembre 2024, ore 17.00.
Il TMB-GEIE si impegna sin d’ora a fare tutto quanto è nelle sue possibilità affinché la circolazione possa essere ripristinata in anticipo rispetto al 16 dicembre, informando per tempo le istituzioni e l’utenza nel caso di un’eventuale riapertura anticipata del traforo.
 
Lavori di risanamento dell’impalcato stradale: ripresa dei cantieri notturni a partire da metà aprile 2024
Quanto ai lavori di sostituzione della soletta nel tratto centrale della galleria, il Traforo del Monte Bianco realizza nel corso della primavera 2024 l’ultima fase di questo progetto.
Con questo intervento, l’impalcato stradale sarà completamente risanato nel tratto centrale della galleria su una lunghezza complessiva di circa 1.700 metri, per un investimento di 60 milioni di euro.
Questi lavori si svolgeranno con chiusure notturne infrasettimanali, tra aprile e giugno 2024, al termine della stagione turistica invernale e prima dell’inizio delle vacanze estive (v. calendario allegato).
Per le caratteristiche di cantierizzazione e la zona di intervento non è possibile effettuare tali lavori in contemporanea agli interventi sulla volta previsti nel prossimo autunno.
Il periodo individuato consentirà di avviare i lavori al termine della stagione turistica invernale, e di terminarli entro l’inizio delle vacanze estive, preservando il ponte del 25 Aprile e quelli dell’Ascensione e della Pentecoste (festivi in Francia, Svizzera e in altri Paesi d’Europa), contraddistinti da importanti flussi turistici transfrontalieri.
 
Gli itinerari alternativi al Traforo del Monte Bianco durante la sua chiusura di 15 settimane consecutive
La mappa degli itinerari alternativi – elaborata con le Prefetture della Regione Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia – è disponibile sul sito www.tunnelmb.net e sull’applicazione TMB Mobility.
La mappa è stata condivisa anche con le Prefetture della Regione Piemonte e della Savoia, anch’esse impattate dalla chiusura del Traforo del Monte Bianco. Si stima che circa il 90% dei mezzi pesanti si dirigeranno verso il Traforo del Frejus, mentre i veicoli leggeri si ripartiranno, in funzione di provenienza e destinazione, tra il Gran San Bernardo, il Frejus e i colli alpini.
 
Gli abbonamenti 10 o 20 transiti
La data di scadenza di tutti gli abbonamenti (10 o 20 transiti) in corso di validità alla data di inizio della chiusura totale (2 settembre 2024) sarà prorogata di 4 mesi. Il prolungamento della data di validità sarà effettuato automaticamente. Non sarà pertanto necessario inviare alcuna richiesta specifica.
 
Il calendario delle interruzioni della circolazione
Il calendario previsionale si riferisce all’insieme delle interruzioni della circolazione in programma nel 2024, siano esse legate all'esecuzione dei lavori sull’impalcato stradale e sulla volta, alla realizzazione di operazioni di manutenzione o allo svolgimento di esercitazioni di sicurezza obbligatorie.
 
Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.tunnelmb.net, sull’applicazione TMB Mobility e sui principali canali di informazione sulla viabilità.

DICEMBRE 2023

La riapertura al traffico è anticipata a venerdì 15 dicembre 2023, alle ore 16.00

Courmayeur/Chamonix, 12-12-2023

Al termine di nove settimane di instancabile mobilitazione e organizzazione da parte del personale del TMB-GEIE e delle imprese appaltanti, la riapertura del Traforo del Monte Bianco, inizialmente prevista per il 18 dicembre, è anticipata di tre giorni, a venerdì 15 dicembre 2023 alle ore 16.00.
I cantieri di manutenzione tecnica avviati lo scorso 16 ottobre sono in fase di conclusione, dopo 9 settimane consecutive di coattività intense che hanno visto impiegate complessivamente oltre 200 persone e 50 imprese, per un totale di 20 milioni di euro di investimenti.
La circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco sarà pertanto ripristinata alle ore 16.00 di venerdì 15 dicembre 2023, al termine dei test di verifica di tutti i sistemi di sicurezza.
Lunedì 18 dicembre alle ore 17.00, si svolgerà l'esercitazione annuale di sicurezza organizzata sotto l’egida delle autorità di Prefettura italiana e francese, che vedrà coinvolti oltre 130 partecipanti italiani e francesi.
Per lo svolgimento di tale esercitazione, si renderà necessaria un'interruzione del traffico della durata di 5 ore, dalle ore 17.00 alle ore 22.00 di lunedì 18 dicembre 2023.
Conformemente alla decisione degli Stati italiano e francese, in accordo con le Prefetture della Regione Autonoma Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia, il TMB-GEIE ha realizzato dal 16 ottobre al 15 dicembre delle operazioni di manutenzione tecnica che hanno necessitato di una chiusura totale dell’infrastruttura.
Sostituzione dell'impalcato stradale su 260 metri e sostituzione dei 76 ventilatori in volta, i due progetti di rilievo di queste 9 settimane di manutenzione
A proseguimento di quanto avviato nel 2018, le attività di risanamento dell'impalcato stradale hanno riguardato 3 diverse porzioni al centro della galleria, per un totale di oltre 100 elementi di impalcato rimossi e sostituiti, 204 porzioni di nuovo marciapiede messi in opera, e quasi 900 metri di tagli orizzontali e verticali, questi ultimi in anticipazione rispetto al programma lavori della primavera 2024. L’impermeabilizzazione, la stesura del manto stradale, e la realizzazione della segnaletica orizzontale termineranno il 14 dicembre.
Durante queste 9 settimane, è stata realizzata la sostituzione dei 76 "acceleratori" in volta, indispensabili per la sicurezza e il buon funzionamento dell’infrastruttura. Le caratteristiche dei nuovi modelli permetteranno di aumentare del 30% le prestazioni in materia di spinta, e di migliorare quindi ulteriormente il controllo della corrente d’aria longitudinale, consentendo il confinamento e l’aspirazione dei fumi. I test di ventilazione, di controllo e di estrazione dei fumi sono realizzati con la collaborazione di un istituto specializzato che ne certificherà l'efficacia.
La chiusura del tunnel è stata altresì utilizzata per realizzare altre attività
Questo periodo di 9 settimane è stato messo a frutto anche per realizzare altre attività, alcune delle quali in anticipazione rispetto al programma lavori 2024 e 2025. Tra queste:
attività propedeutiche al risanamento della volta nel 2024 e 2025: messa in opera di circa 1.150 elementi di ancoraggio provvisorio in fibra di vetro della lunghezza di 5 m, realizzazione di carotaggi profondi, smontaggio della sottostruttura del rivestimento delle pareti;
rimozione di circa 6.500 m² di elementi coprenti, al fine di indagare le porzioni della struttura del Traforo protette da lamiere. Tale attività rientra nel quadro complessivo dei controlli ispettivi periodici e degli approfondimenti conoscitivi delle strutture del traforo attualmente in corso con la collaborazione del Politecnico di Torino, dell’Università di Bergamo e del CETU di Lione;
-  numerose altre attività di manutenzione su diversi impianti: alimentazione elettrica, sistemi informatici, Automatismi a Logica Programmabile di supervisione, ecc.;
-  lo smantellamento della struttura del vecchio portale termografico sul piazzale francese, sostituto da oltre 4 anni da un portale di nuova tecnologia, di struttura più esile; analogo sistema è installato sul piazzale italiano, dove la vecchia struttura sarà smantellata prossimamente.
La formazione e l'addestramento del personale, un gruppo di 300 donne e uomini al servizio del Traforo del Monte Bianco
Parallelamente ai progetti realizzate in galleria, il personale di sicurezza ha partecipato ad una formazione sulla lotta contro l'incendio, organizzata presso l'IFA (International Fire Academy) di Lungern (CH), una struttura altamente qualificata dove tutto il personale addetto all'intervento in caso di incendio si è avvicendato su un periodo di 4 settimane: operatori della postazione di controllo e comando, squadre di intervento immediato antincendio, sorveglianti sicurezza, per un totale di oltre 130 persone.
Durante questo periodo di chiusura, numerose altre attività formative sono state erogate a tutto il personale tecnico e amministrativo del TMB-GEIE.
La realizzazione dei test per una riapertura al traffico in condizioni di sicurezza ottimali
Al fine di garantire un ripristino della circolazione in condizioni di sicurezza ed efficienza tecnica ottimali, la riapertura al traffico del Traforo, dopo questo periodo di 9 settimane di chiusura, è preceduta dall'esecuzione dei test funzionali tutti i sistemi di sicurezza presenti in galleria, sui piazzali e presso le aree di regolazione di Aosta e di Passy.
I test, avviati il 4 dicembre per alcuni impianti, sono tutt'ora in corso e vedono prevalentemente impegnate le maestranze tecniche e il personale di sicurezza del Traforo del Monte Bianco.
La riapertura al traffico è pertanto anticipata a venerdì 15 dicembre, alle ore 16.00.
L'esercitazione annuale dei Servizi Pubblici, un'opportunità per testare la sinergia tra impianti, uomini e organizzazione
Tre giorni dopo la riapertura al traffico del Traforo, lunedì 18 dicembre alle ore 17.00, oltre 130 donne e uomini prenderanno parte all'esercitazione annuale di sicurezza organizzata sotto l’egida delle autorità di Prefettura italiana e francese, esercitazione che, in applicazione delle disposizioni governative, si aggiunge alle 4 esercitazioni interne realizzate nel corso del 2023 dal Traforo del Monte Bianco.
Sarà l'occasione per testare l’efficacia dei sistemi tecnici in situazioni di emergenza, la reattività del personale che si occupa del controllo e della gestione degli impianti, l’affinamento e il consolidamento delle procedure e delle modalità operative, nonché il coordinamento della catena di comando e degli interventi tra le squadre interne del traforo, dei Vigili del Fuoco della RAVA, dei Sapeurs-Pompiers dello SDIS74, del Servizio di Polizia Binazionale e dei servizi sanitari dei due Paesi.
 
Per lo svolgimento di tale esercitazione, si renderà necessaria un'interruzione del traffico della durata di 5 ore, dalle ore 17.00 alle ore 22.00 di lunedì 18 dicembre 2023.

SETTEMBRE 2023

Chiusura totale di 9 settimane a partire da lunedì 16 ottobre, ore 8.00, fino a lunedì 18 dicembre 2023, ore 22.00

Courmayeur/Chamonix, 27-09-2023

Conformemente alla decisione degli Stati italiano e francese, riunitisi in una Commissione Intergovernativa giovedì 7 settembre 2023, in accordo con le Prefetture della Regione Autonoma Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia riunitesi oggi martedì 26 settembre, il TMB GEIE realizzerà nel 2023 delle operazioni di manutenzione tecnica, in particolare lavori riguardanti la sostituzione degli elementi di impalcato stradale nella zona centrale del traforo e la sostituzione dei 76 acceleratori installati sulla volta. Tali operazioni necessiteranno di una chiusura totale dell’infrastruttura della durata di 9 settimane.
 
Le operazioni di manutenzione mantenute nel 2023
La sostituzione degli acceleratori era già stata precedentemente pianificata e prevista in parallelo ad un cantiere-test di risanamento della volta del traforo. Come noto, il cantiere-test di risanamento della volta è stato rinviato al 2024.
Oltre che per la sostituzione degli acceleratori, questa chiusura sarà utilizzata per realizzare alcuni lavori propedeutici di taglio delle solette in previsione dei prossimi lavori di sostituzione dell’impalcato stradale previsti nel 2024. Questa chiusura sarà altresì utilizzata per realizzare diverse altre operazioni di manutenzione.
L’esecuzione di tali progetti, che ha richiesto la totale riorganizzazione delle attività delle imprese coinvolte, necessiterà di una chiusura totale della galleria per un periodo di 9 settimane consecutive.
La circolazione al Traforo del Monte Bianco sarà pertanto completamente interrotta a partire da lunedì 16 ottobre, ore 8.00, fino a lunedì 18 dicembre 2023, ore 22.00.
Il TMB-GEIE si impegna sin d’ora a fare tutto quanto è nelle sue possibilità affinché la circolazione possa essere ripristinata in anticipo rispetto al 18 dicembre, informando per tempo le istituzioni e l’’utenza nel caso di un’eventuale riapertura anticipata del traforo.
Il calendario completo delle interruzioni totali della circolazione, comprensivo delle chiusure notturne infrasettimanali, previste per questo ultimo quadrimestre 2023, è disponibile sul sito www.tunnelmb.net e sull’applicazione TMB Mobility.
La data di scadenza di tutti gli abbonamenti (10 o 20 transiti) in corso di validità alla data di inizio della chiusura totale (16 ottobre 2023) sarà prorogata di 3 mesi). Il prolungamento della data di validità sarà effettuato automaticamente. Non sarà pertanto necessario inviare alcuna richiesta specifica di proroga.
 
La sicurezza del Traforo del Monte Bianco al centro delle decisioni
Il rinvio di un anno dei lavori di risanamento non avrà alcun impatto sulla sicurezza degli utenti che transitano dal Traforo. Tale decisione è infatti conforme alla politica di sicurezza che regola ogni aspetto del Traforo del Monte Bianco, ed è stata validata dal Politecnico di Torino che fornisce una consulenza alle istanze di governo del Traforo.
Il risanamento della volta è finalizzato ad una perennità a lungo termine dell’opera, e fa parte del programma permanente di monitoraggio e di controllo degli elementi di genio civile.
 
Gli itinerari alternativi al Traforo del Monte Bianco durante la sua chiusura totale di 9 settimane consecutive
La mappa degli itinerari alternativi – elaborata con le Prefetture della Regione Valle d’Aosta e dell’Alta Savoia - è disponibile sul sito www.tunnelmb.net e sull’applicazione TMB Mobility.
La mappa è stata condivisa anche con le Prefetture della Regione Piemonte e della Savoia, anch’esse impattate dalla chiusura del Traforo del Monte Bianco. Si stima che circa il 90% dei mezzi pesanti si dirigeranno verso il Traforo del Frejus, mentre i veicoli leggeri si ripartiranno, in funzione delle località di provenienza e destinazione, tra il Gran San Bernardo, il Frejus e i colli alpini.

SETTEMBRE 2023

I lavori di ristrutturazione sono temporaneamente rinviati e il Traforo chiuderà per un periodo più breve del previsto

Courmayeur/Chamonix, 08-09-2023

Parallelamente all'annuncio dell'imminente riapertura della A43 in Maurienne e al ripristino del traffico di mezzi pesanti nel traforo del Fréjus, giovedì 7 settembre gli Stati francese e italiano si sono riuniti in una Commissione Intergovernativa per decidere insieme il seguito da dare ai lavori del Traforo del Monte Bianco, che avrebbero dovuto iniziare il 4 settembre.
A causa della complessità del progetto e dei rischi per la buona connettività tra Francia e Italia, i due Stati hanno rinviato di un anno il cantiere-test di ristrutturazione della volta di 600 metri, che avrebbe dovuto durare 14 settimane.
Allo stesso tempo, i due stati hanno confermato il completamento nel 2023 di altri lavori di manutenzione previsti sul sito, compresa la sostituzione dei 76 acceleratori sulla volta.
Di conseguenza, il Tunnel chiuderà, per un periodo più breve del previsto, stimato in questa fase a 7 settimane.
Questa chiusura non è prevista fino alla fine della prossima settimana. Sono in corso ulteriori valutazioni, e nuove pianificazioni sono in fase di definizione da parte dei team del TMB-GEIE e delle imprese di costruzione. L'organizzazione e il programma preciso dei lavori saranno fissati al più presto.

SETTEMBRE 2023

Rinviata la chiusura del tunnel prevista il 4 settembre

Courmayeur/Chamonix, 01-09-2023

Inizialmente programmati il 4 settembre, l'inizio dei lavori di ristrutturazione della volta è stato posticipato a causa della chiusura del tunnel del Fréjus ai mezzi pesanti.
In linea con gli annunci fatti dal Ministro francese dei Trasporti, Clément BEAUNE e dal Ministro delle infrastrutture italiano  Matteo SALVINI, la priorità viene data al mantenimento degli scambi commerciali tra Italia e Francia.
Pertanto, il Traforo del Monte Bianco non chiuderà il 4 settembre e resterà aperto in funzione delle indicazioni che saranno fornite dalle autorità competenti.
Secondo informazioni fornite dai tecnici incaricati, attualmente il tempo necessario alla riapertura al traffico in tutta sicurezza della A43 e del traforo del Frejus ai mezzi pesanti è previsto entro 8 giorni, se le condizioni tecniche e metereologiche lo permetteranno.
Le società concessionarie SITMB e ATMB e la società di gestione del Traforo del Monte Bianco (TMB-GEIE) si sono mobilitate al fine di mettere in campo tutti i mezzi necessari al rinvio dei lavori in modo da preservare il collegamento tra l’Italia e la Francia. Ciò fino alla riapertura del Traforo del Frejus a tutti veicoli.
Al fine di accogliere il traffico nelle migliori condizioni di sicurezza, il Traforo del Monte Bianco resterà pertanto aperto fino a nuove disposizioni.
Nonostante l’impegno delle forze dell’ordine e del personale del TMB GEIE, di ATMB e SITMB nei prossimi giorni, potrebbero verificarsi importanti tempi di attesa nelle due direzioni di marcia. Si raccomanda ai clienti di informarsi sulle condizioni di viabilità del Traforo del Monte Bianco, consultando il sito internet www.tunnelmb.net oppure l’applicazione TMB Mobility

MARZO 2023

Lavori di risanamento della volta: il primo cantiere-test sarà realizzato dal 4 settembre al 18 dicembre 2023 e necessiterà della chiusura totale dell’opera

Courmayeur/Chamonix, 20-03-2023

Il Traforo del Monte Bianco ha oltre 60 anni. Si tratta del primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura, con importanti interventi di genio civile sull’impalcato su cui poggia il piano viabile e sulla volta.
Per il futuro risanamento della volta, il traforo realizzerà nel 2023 e nel 2024 due fasi-test di lavori sperimentali, che consentiranno di determinare la migliore metodologia operativa per il prosieguo. Queste fasi-test sono essenziali, e sarà solo al termine di esse che potrà essere determinato il programma futuro di risanamento.
Il primo cantiere-test del 2023 sarà realizzato dal 4 settembre al 18 dicembre. Questo periodo autunnale è stato individuato per la sua più bassa affluenza di veicoli, in particolare di veicoli leggeri, i maggiori utilizzatori del traforo (67 % del traffico nel 2022).
Le due concessionarie SITMB e ATMB continuano a lavorare con le autorità dei due Paesi per proporre – in occasione della realizzazione di questi importanti lavori – le migliori soluzioni alternative di collegamento tra l’Italia e la Francia.
Lavori di risanamento della volta: il primo cantiere-test su 600 metri sarà realizzato dal 4 settembre al 18 dicembre 2023
Questo primo cantiere sperimentale riguarderà nel 2023 il risanamento della volta in due tratti di galleria, per un totale di 600 metri.
Queste due zone sono caratterizzate da differenti configurazioni suscettibili di essere presenti lungo la galleria.
Per questo cantiere si renderà necessaria la chiusura totale alla circolazione per un periodo di 15 settimane.
La realizzazione di questi lavori comporterà infatti lo smontaggio di tutti gli impianti di sicurezza presenti sulla volta – gli acceleratori per il controllo della corrente d’aria longitudinale, le telecamere e la rilevazione automatica di evento, il cavo termometrico, ecc. – impianti che rappresentano uno dei pilastri su cui si fonda il dispositivo di sicurezza. Nell’impossibilità di rimuoverli ogni sera e rimontarli ogni mattina, questo cantiere richiederà una chiusura totale al traffico.
In caso di esito positivo della tecnologia di intervento utilizzata nel 2023, il risanamento sarà realizzato nel 2024 su ulteriori 600 metri.
Questi cantieri sperimentali rappresentano la chiave del proseguimento del risanamento. Consentiranno di studiare tutti i parametri, e sarà solo al termine di queste fasi che potrà essere determinato più precisamente il proseguimento del risanamento della volta. Si tratterà di individuare la miglior metodologia operativa, in particolare la durata, la tecnologia impiegata, l’impatto della chiusura sul lungo periodo e sugli itinerari alternativi, ecc.
Questi lavori 2023 e 2024 rappresentano un investimento complessivo di 50 milioni di euro.
Perché intraprendere dei lavori di risanamento della volta?
Il Traforo del Monte Bianco ha oltre 60 anni. Si tratta del primo tra i grandi tunnel europei ad intraprendere lavori di risanamento profondi sulla sua struttura. Oltre all’ordinaria manutenzione eseguita durante le notti di lavori, questa opera eccezionale entra in un periodo durante il quale necessita di interventi più importanti di genio civile. Questi grandi lavori sull’infrastruttura stessa sono necessari a garantire la sua perennità a lungo termine.
Dalla riapertura del traforo del 2002, il TMB-GEIE svolge attività di monitoraggio annuali della volta e dell’impalcato stradale del traforo. Questa sorveglianza permanente consente di seguire la sua evoluzione nel tempo, e di definire i lavori futuri da realizzare. Nel caso specifico della volta, il principale fattore di invecchiamento è legato alle infiltrazioni di acqua.
I lavori di risanamento consisteranno pertanto principalmente in una nuova impermeabilizzazione.
L’autunno, il periodo dell’anno in cui il traffico di veicoli leggeri del traforo è più debole
Consapevoli del forte legame che il Traforo del Monte Bianco permette tra i due Paesi, le due società concessionarie – l’italiana SITMB e la francese ATMB – e il TMB-GEIE si impegnano a fare il possibile per continuare a garantire l'accessibilità di questa via di comunicazione strategica per il turismo e l’economia locale ed europea.
Per questa chiusura di 15 settimane, il periodo autunnale è stato scelto per la sua più bassa affluenza di veicoli, in particolare di veicoli leggeri. Nel 2022, questa categoria di veicoli ha rappresentato il 67% del traffico totale).
Lavori di risanamento dell’impalcato stradale: ripresa dei cantieri notturni a partire da metà aprile 2023
Quanto ai lavori di sostituzione della soletta nel tratto centrale della galleria, il cantiere dei 640 metri restanti di impalcato da risanare proseguirà nella prossima primavera. Questi lavori si svolgeranno con chiusure notturne infrasettimanali, tra aprile e giugno, e richiederanno tre fasi: nel corso delle primavere 2023, 2024 e 2025.
Il risanamento consiste nella sostituzione degli elementi di impalcato che sostengono la carreggiata, al di sotto dei quali sono presenti i canali di ventilazione. La soluzione tecnica adottata consente – grazie ad una complessa organizzazione – di operare principalmente in orario notturno e di restituire la galleria alla circolazione dei veicoli ogni mattina. Tale dispositivo è stato testato nel 2018. Il ritorno di esperienza ha permesso di definire la metodologia di risanamento più appropriata per i lavori successivi, a partire dal 2021.
Il calendario delle interruzioni della circolazione e gli itinerari alternativi al Traforo del Monte Bianco durante la sua chiusura totale
Il calendario previsionale allegato include la mappa degli itinerari alternativi e l’insieme delle interruzioni della circolazione in programma nel 2023: lavori sull’impalcato stradale, operazioni di manutenzione e svolgimento di esercitazioni di sicurezza obbligatorie.
Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.tunnelmb.net, sull’applicazione TMB Mobility e sui principali canali di informazione sulla viabilità.
 
 

DICEMBRE 2022

Ostruzione delle due strade di accesso da parte di manifestanti: ripristino della circolazione

Courmayeur/Chamonix, 09-12-2022

Oggi venerdì 9 dicembre 2022 alle ore 12.31 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di circa 1 ora e 20 minuti, a seguito dell’ostruzione – da parte di manifestanti – dei due itinerari di accesso italiano e francese (SS 26/Dir. e RN 205.
I veicoli presenti in galleria al momento dell’ostruzione hanno potuto proseguire la loro marcia.
I servizi di Prefettura dei due Paesi si sono rapidamente recati sul posto.
Alle ore 13.55, il Traforo del Monte Bianco è stato riaperto alla circolazione di tutti i veicoli.

NOVEMBRE 2022

Ripristino della circolazione a seguito di un guasto sulla rete informatica

Courmayeur/Chamonix, 17-11-2022

Oggi giovedì 17 novembre 2022 alle ore 6.33 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di circa 6 ore, a causa di un guasto sulla rete informatica che ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’avaria hanno potuto proseguire la loro marcia e raggiungere il piazzale opposto senza problemi.
I tecnici del TMB-GEIE, intervenuti rapidamente, hanno potuto ripristinare la funzionalità del sistema. Fatte le necessarie verifiche, alle ore 12:18, la circolazione è stata ripristinata nelle due direzioni per tutti i veicoli.
 
Il TMB-GEIE si scusa per il disagio.

NOVEMBRE 2022

Interruzione della circolazione a causa di un guasto sulla rete informatica

Courmayeur/Chamonix, 17-11-2022

Oggi giovedì 17 novembre 2022 alle ore 6:33 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni a causa di un guasto sulla rete informatica che ha reso indisponibile una parte degli impianti. Al momento l’interruzione è stimata in due ore.
L’avaria ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
I tecnici di manutenzione stanno operando per consentire il rapido ripristino del funzionamento di tutti gli impianti.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’avaria hanno potuto proseguire la loro marcia e raggiungere il piazzale opposto senza problemi.
 
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

NOVEMBRE 2022

Interruzione della circolazione a causa di un guasto sulla rete informatica - aggiornamento

Courmayeur/Chamonix, 17-11-2022

In seguito di un guasto sulla rete informatica del Traforo del Monte Bianco, avvenuta oggi alle ore 6.33, la circolazione di tutti i veicoli continua a rimanere sospesa nelle due direzioni per una durata indeterminata.
L’avaria ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
I tecnici manutentori stanno operando per consentire il rapido ripristino del funzionamento di tutti gli impianti.
Perdurando l’indisponibilità di una parte degli impianti, alle h 10.00 le autorità prefettizie italiane competenti hanno disposto l’attivazione del Piano di deviazione del traffico.
In conseguenza di quanto sopra, per raggiungere la Francia tutti i veicoli sono invitati a seguire gli itinerari alternativi (Traforo Gran San Bernardo oppure Traforo del Frejus).
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

NOVEMBRE 2022

Rinvio della riapertura al traffico alle ore 22 del 7 novembre 2022

Courmayeur/Chamonix, 03-11-2022

Il cantiere di rifacimento della pavimentazione stradale sull’intera lunghezza della galleria procede senza sosta dal 17 ottobre scorso.
Tuttavia, le complessità operative riscontrate durante l’esecuzione dei lavori necessitano di ulteriori 12 ore rispetto all’orario di riapertura previsto inizialmente.
Tale rinvio è necessario per consentire alle squadre impegnate su questo grande cantiere di completare i lavori nelle migliori condizioni rispondendo ai requisiti di sicurezza fissati dal TMB-GEIE.
La riapertura al traffico del Traforo del Monte Bianco è pertanto prevista il 7 novembre, alle ore 22.00
 
Il cantiere, avviato il 17 ottobre, avanza progressivamente, senza interruzione, impegnando 150 risorse che operano 7 giorni su 7, 24 ore su 24 incluse le domeniche ed i giorni festivi.
Ad oggi, le attività svolte dalle maestranze impegnate nei lavori sono:
fresatura completa del manto stradale della galleria e delle 36 piazzole di sosta di emergenza;
-  pulizia dell’impalcato fresato;
-  indagine dettagliata su tutta la lunghezza della galleria per escludere la presenza di fibre di amianto;
superiori dell’impalcato, sul quale sarà stesa la nuova pavimentazione.
 
Queste fasi, in particolare quella di riparazione della superficie della soletta, necessitano di maggiori interventi rispetto quanto pianificato.
Di conseguenza, è stata accordata all’impresa un’estensione supplementare di 12 ore per completare le fasi seguenti:
-  posa di un’impermeabilizzazione di protezione delle solette dalle venute d’acqua (in corso),
-  stesa della nuova pavimentazione;
-  realizzazione della segnaletica orizzontale;
-  esecuzione dei test funzionali sugli impianti di galleria, dei piazzali e delle aree di regolazione di Aosta e di Passy, preventivi al ripristino della circolazione;
-  pulizia e sgombero delle aree di cantiere esterne all’infrastruttura,
L’esigenza del TMB-GEIE di garantire un ripristino della circolazione in condizioni di sicurezza ed efficienza tecnica ottimali impone pertanto uno spostamento dell’ora di riapertura alla circolazione.
 
La riapertura al traffico del Traforo del Monte Bianco è pertanto prevista il 7 novembre, alle ore 22.00.
Si ricorda che questo è il maggior cantiere di manutenzione della galleria dal 2002 e rappresenta un investimento di 20 milioni di euro.
 
Il calendario previsionale sotto riportato comprende le periodiche interruzioni della circolazione in programma per novembre e dicembre 2022, necessarie alla realizzazione di altre attività di manutenzione della galleria e allo svolgimento di esercitazioni di sicurezza obbligatorie.
 
Tutti gli aggiornamenti possono essere seguiti sul sito www.tunnelmb.net, sulla app TMB Mobility e sui principali canali di informazione sul traffico.

SETTEMBRE 2022

Interruzione della circolazione a causa di un guasto sulla rete informatica

Courmayeur/Chamonix, 26-09-2022

In seguito di un guasto sulla rete informatica del Traforo del Monte Bianco, avvenuta oggi alle ore 11.55, la circolazione di tutti i veicoli continua a rimanere sospesa nelle due direzioni per una durata indeterminata.
L’avaria ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
I tecnici di manutenzione stanno operando per consentire il rapido ripristino del funzionamento di tutti gli impianti.
Perdurando l’indisponibilità di una parte degli impianti, alle h 15.14 le autorità prefettizia italiane competenti hanno disposto l’attivazione del Piano di deviazione del traffico.
In conseguenza di quanto sopra, tutti i veicoli per raggiungere la Francia sono invitati a seguire l’itinerario obbligatorio Traforo del Frejus.
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

SETTEMBRE 2022

Courmayeur/Chamonix, 26-09-2022

Interruzione della circolazione a causa di un guasto sulla rete informatica

Oggi lunedì 26 settembre 2022 alle ore 11.55 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni a causa di un guasto sulla rete informatica che ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’avaria hanno potuto proseguire la loro marcia sorvegliati dalle squadre di soccorso e hanno potuto raggiungere il piazzale opposto.
I tecnici sono attualmente all’opera per eseguire l‘intervento di ripristino della funzionalità del sistema.
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

SETTEMBRE 2022

Courmayeur/Chamonix, 01-09-2022

Ripristino della circolazione

In seguito ai lavori di ripristino all’impalcato stradale eseguiti nella notte tra il 31 agosto e il 1° settembre 2022, un giunto di raccordo ha dovuto essere riparato. Si è ritenuto opportuno, pertanto, interrompere la circolazione a tutti i veicoli alle ore 7:12.
 
Al termine dell’intervento dei servizi tecnici la circolazione è stata ripristinata alle ore 12:25.

SETTEMBRE 2022

Interruzione della circolazione intervento tecnico sul piano viabile

Courmayeur/Chamonix, 01-09-2022

Oggi giovedì 1° settembre alle ore 07.12 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni, a seguito di un intervento tecnico straordinario sul piano viabile.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno provveduto a chiudere gli ingressi.
I servizi di sicurezza interni del TMB-GEIE che presidiano in permanenza il traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’evento.
I servizi tecnici sono sul posto e le attività di ripristino sono in corso.
La circolazione rimarrà sospesa fino al termine dell’intervento tecnico. Stante l’impossibilità di determinare con esattezza la durata dell’intervento stesso, è stata richiesta l’attivazione del piano alternativo di attraversamento alpino.
In conseguenza di quanto sopra, tutti i veicoli sono invitati a seguire gli itinerari alternativi (Traforo del Gran San Bernardo, Traforo del Frejus, valico di Ventimiglia).
 
Un prossimo comunicato preciserà l’evoluzione della situazione.

AGOSTO 2022

Emissione di fumo su un mezzo pesante, a causa dell’avaria dell’impianto frenante: interruzione della circolazione

Courmayeur/Chamonix, 01-08-2022








Oggi lunedì 1° agosto alle ore 8.06 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di circa 80 minuti, a causa di un’emissione di fumo da parte di un mezzo pesante in transito nel senso Francia-Italia; il camion è stato immediatamente fermato dal personale di intervento in corrispondenza del luogo sicuro n.6, a circa 2 km dall’ingresso lato Francia.
L’evento, riconducibile all’impianto frenante del rimorchio, non ha provocato alcun principio di incendio.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il flusso dei veicoli all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del TMB-GEIE che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso.
Il loro ingresso in galleria non si è tuttavia reso necessario.

17 utenti a bordo di veicoli presenti all’interno del traforo hanno raggiunto i luoghi sicuri e sono state in contatto con gli operatori e le squadre di sicurezza.
Alle ore 8.41, i veicoli fermi in galleria hanno potuto proseguire la loro marcia verso i due piazzali.
Alle ore 8.52 la circolazione è stata ripristinata a senso unico alternato.
Alle ore 9.30, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.
L’evento, accaduto all’inizio di una giornata già caratterizzata da un forte traffico – per effetto in particolare della festività del 1° agosto, festa nazionale svizzera – ha provocato un accumulo di veicoli ai due pedaggi, che si ripercuoterà sul traffico e sui tempi di attesa dell’intera giornata.
L’attesa registrata al momento è di 3 ore in direzione dell’Italia e di 2 ore in direzione della Francia.
 
 

GIUGNO 2022

Interruzione della circolazione a causa di un guasto sulla rete informatica

Courmayeur/Chamonix, 21-06-2022

Oggi martedì 21 giugno 2022 alle ore 17.31 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni a causa di un guasto sulla rete informatica che ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’avaria hanno potuto proseguire la loro marcia e raggiungere il piazzale opposto senza problemi.
I tecnici del TMB-GEIE, intervenuti rapidamente, hanno potuto ripristinare la funzionalità del sistema
La circolazione è stata ripristinata alle ore 18:57.
La chiusura per lavori di manutenzione programmata a partire dalle ore 19:30 è pertanto posticipata fino allo smaltimento dei veicoli che sono attualmente in attesa di attraversare il traforo.

FEBBRAIO 2022

Emissione di fumo su un mezzo pesante (senza surriscaldamento né principio di incendio): interruzione della circolazione

Courmayeur/Chamonix, 10-02-2022

Oggi lunedì 28 febbraio alle ore 14.14 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di 50 minuti, a causa di un’emissione di fumo da parte di un mezzo pesante immatricolato in Italia proveniente dalla Francia; il camion è stato fermato dal personale di intervento in corrispondenza del luogo sicuro n.24, a circa 3,5 km dall’uscita lato Italia.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il flusso dei veicoli all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso.
Quattro persone a bordo di veicoli presenti all’interno del traforo hanno raggiunto i luoghi sicuri e sono state in contatto con gli operatori e le squadre di sicurezza.
Alle ore 15:04 la circolazione è stata ripristinata a senso unico alternato.
Alle ore 15:27, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia

FEBBRAIO 2022

Emissione di fumo su un mezzo pesante (senza surriscaldamento né principio di incendio): interruzione della circolazione

Courmayeur/Chamonix, 10-02-2022

Oggi giovedì 10 febbraio alle ore 9.13 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di 30 minuti, a causa di un’importante emissione di fumo da parte di un pezzo pesante immatricolato in Romania proveniente dalla Francia; l’emissione di fumo si è manifestata in corrispondenza del luogo sicuro n.11, a circa 4 km dall’imbocco lato Francia.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il flusso dei veicoli all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso.
Cinque persone a bordo dei veicoli presenti all’interno del traforo hanno raggiunto i luoghi sicuri e sono state in contatto con gli operatori e le squadre di sicurezza.
L’emissione di fumo si è arrestata dopo che il veicolo aveva percorso circa 2,5 km; il mezzo pesante ha proseguito la sua marcia normalmente fino all’uscita sul piazzale italiano, dove è stato fermato e controllato. La verifica con termocamere non ha evidenziato alcun surriscaldamento né principio di incendio. Il fenomeno è probabilmente riconducibile ad un malfunzionamento del turbo.
La circolazione è stata ripristinata regolarmente nelle due direzioni alle ore 9:42.

GENNAIO 2022

Interventi integrativi su 400 metri di impalcato stradale risanati nel 2021

Courmayeur/Chamonix, 10-01-2022

Dopo l’interruzione del cantiere di risanamento dell’impalcato stradale lo scorso maggio, e nell’attesa del suo riavvio nella primavera 2022, nel mese di novembre sono stati avviati alcuni interventi integrativi sui 400 metri di impalcato già risanati. Su questa tratta di galleria, i lavori hanno riguardato la posa in opera di marciapiedi, giunti, segnaletica, ecc. Detti interventi, sospesi nel periodo delle festività di fine anno, proseguiranno in gennaio e termineranno entro la metà di febbraio.
 
Da fine novembre il GEIE-TMB ha avviato la realizzazione di alcuni interventi integrativi nella zona interessata dal cantiere di risanamento dell’impalcato stradale.
Si ricorda che detti lavori, iniziati il 12 aprile scorso, erano stati interrotti a maggio dopo 11 notti di lavoro, a causa del ritrovamento di tracce puntuali d’amianto nella zona di cantiere.
Durante queste 11 notti, erano stati sostituiti quasi 400 metri di impalcato. Da allora, questa tratta era in attesa di essere completata con attività integrative quali la posa dei marciapiedi o la stesura del manto stradale definitivo a copertura dei nuovi elementi di impalcato. Dopo la decisione di riprogrammare la ripresa del cantiere di risanamento dell’impalcato tra qualche mese, nella primavera del 2022, si rendeva ora necessario completare le attività in questa zona, nella quale il limite di velocità risulta ancora ridotto a 30 km/h.
Questi interventi integrativi, dopo un accurato lavoro di ricerca e diagnostica relativa alla presenza di amianto, sono stati avviati a fine novembre e consistono in particolare nella posa dei marciapiedi, nella ripresa totale o parziale dei giunti provvisori di cantiere, nella preparazione della superficie, nell’applicazione dell’impermeabilizzazione e della pavimentazione stradale e, infine, nella realizzazione della segnaletica orizzontale.
Tali attività rappresentano un investimento supplementare di circa 1,1 milioni di euro.
Per consentirne la realizzazione, si rendono necessarie complessivamente 21 notti di interruzione totale della circolazione - di cui 10 già effettuate - e 1 interruzione prolungata da 30 ore, alla vigilia di un fine settimana, per la stesura dello strato di impermeabilizzazione e di asfalto, e per la realizzazione della segnaletica orizzontale.
 
Relativamente al riavvio del cantiere di risanamento dell’impalcato nella primavera del 2022 per il completamento dei 740 metri restanti da rinnovare, il programma dettagliato sarà comunicato non appena disponibile.

GIUGNO 2021

Ricerca e innovazione: il Traforo del Monte Bianco diventa un laboratorio per lo sviluppo del Platooning

Courmayeur/Chamonix, 28-06-2021

Il GEIE-TMB, Gruppo Europeo di Interesse Economico del Traforo del Monte Bianco, si interessa da vicino al tema del Platooning, 
e decide di realizzare dei test di telecomunicazione.
 
21 giugno: prima installazione di antenne Platooning
Nel corso della notte di lunedì 21 giugno, dedicata a lavori di manutenzione con interruzione totale della circolazione, è stato realizzato un primo intervento sull’impianto di radiocomunicazione. Questa fase essenziale consentirà in un secondo tempo di immettere dei segnali alla frequenza dedicata al Platooning al fine di testarne la corretta propagazione Le attività di risanamento dell’impalcato stradale potranno riprendere solo al termine di queste operazioni. Un prossimo calendario che includerà questi nuovi interventi e la riprogrammazione delle 15 notti di lavori restanti sarà pubblicato nei prossimi giorni.
Dall’inglese “Platoon” (= plotone), il Platooning è un sistema volto a connettere digitalmente dei mezzi pesanti tra loro, in modo che uno dei veicoli del gruppo “guidi” al posto degli altri membri del gruppo.
 
I benefici del Platooning
Tale tecnologia potrebbe ridurre il rischio di incidente in galleria, affidando la guida di più mezzi pesanti a un solo conducente. In secondo luogo, mediante un collegamento digitale tra i veicoli, consentirebbe di ottimizzare il tempo inter-veicolare (eliminando il tempo di reazione dei conducenti che seguono il veicolo pilota). Inoltre, si potrebbe ottenere un’ottimizzazione dei tempi di attesa alle stazioni di pedaggio ed una riduzione del consumo di carburante dei mezzi inseriti nella colonna di viaggio.
 
Uno spazio privilegiato per i test
Il Traforo del Monte Bianco (e le gallerie in generale) rappresenta uno spazio nel quale la trasmissione di segnali è più complessa rispetto ad una strada a cielo aperto. Inoltre, la sua configurazione geologica e geografica crea una situazione di utilizzo senza segnale GPS e transfrontaliero, che consentirà di utilizzare i risultati anche per altre infrastrutture.
 
Rimanere all’avanguardia in materia di innovazione e di sicurezza
Il Platooning non è ancora diffuso in Europa. Il GEIE-TMB, in accordo con le società concessionarie SITMB e ATMB, e membro dell’ETPC (European Truck Platooning Challenge – Challenge Europeo di Platooning di mezzi pesanti), opera a favore della mobilità europea in qualità di attore e promotore dei trasporti di domani.
 
Contesto e partner - Il GEIE-TMB finanzierà e coordinerà i test di telecomunicazione all'interno del Traforo.
A questo scopo, sono stati istituiti diversi partenariati con le parti interessate:
- SEE TELECOM, società franco-belga che
fornisce tecnologie e soluzioni di comunicazione radio;
- SYNTONY, società con sede a Tolosa (Francia), fornitrice di tecnologia di geolocalizzazione ad alte prestazioni;
- ECOTRANS, un raggruppamento di trasportatori, con sede nella regione di Parigi e una filiale a Annecy; per questo progetto, fornirà dei mezzi pesanti con relativi conducenti, permettendo di ottenere un riscontro da parte di questi ultimi;
- ETPC, European Truck Platooning Challenge – Challenge Europeo di Platooning di mezzi pesanti, in stretto collegamento con le attività del consorzio ENSEMBLE, Progetto europeo sovvenzionato nell’ambito di H2020.
 
Planning
 
Questa attività innovativa, con una forte componente tecnica, dovrebbe fornire a partire dal 2022 un apporto tecnologico chiave, che contribuirà entro 3 anni a rendere il Platooning una realtà sulla rete europea, anche nelle gallerie.

MAGGIO 2021

Sospensione preventiva dei lavori di risanamento dell’impalcato stradale

Courmayeur/Chamonix, 13-05-2021

In via preventiva, il GEIE-TMB ha sospeso i lavori di risanamento dell’impalcato stradale del Traforo del Monte Bianco.
Questa misura immediata fa seguito alla scoperta – nel corso dello svolgimento dei lavori – di tracce puntuali di fibre di amianto in alcuni elementi costruttivi, e deve consentire una nuova ispezione dettagliata per la realizzazione di attività di bonifica complementari.
Pertanto, le attività di risanamento dell’impalcato stradale non potranno proseguire che al termine di tali operazioni.
Il nuovo calendario dei lavori sarà fissato e pubblicato nei prossimi giorni.
 
Iniziati il 12 aprile, i lavori di risanamento dell’impalcato stradale del traforo sono stati interrotti dopo 11 notti di lavori.
In effetti, dopo aver risanato una prima tratta di 300 metri lineari di impalcato senza inconvenienti, vale a dire un terzo della totalità prevista, il personale dell’impresa incaricata dei lavori ha sospettato una presenza puntuale di amianto nell’effettuare attività di demolizione di alcuni elementi costruttivi. Quale misura di precauzione a protezione del personale impegnato sul cantiere, e senza attendere analisi alcuna, il GEIE-TMB ha sospeso il cantiere. L’ispezione che è stata sollecitamente richiesta ha confermato la presenza di tracce di fibra di amianto sul materiale prelevato, risalente verosimilmente all’epoca della costruzione del traforo.
Il GEIE del Traforo del Monte Bianco ringrazia il personale addetto ai lavori per la sua attenzione che ha consentito di riscontrare questo problema. Il GEIE-TMB precisa che prima dell’esecuzione dei lavori, nel 2019 aveva effettuato le indagini di ricerca di amianto, condotte da un organismo accreditato, attività preventiva obbligatoria per questo tipo di cantiere.
Pertanto, dal 3 maggio il GEIE-TMB ha assunto la decisione di effettuare un’indagine sulla totalità della galleria; le notti di interruzione della circolazione in programma sono state quindi dedicate all’ispezione dell’insieme dei canali, al fine di realizzare una nuova diagnosi e avviare le eventuali operazioni di bonifica da parte di un organismo accreditato. Ciò con l’obiettivo di proteggere l’insieme del personale impegnato sul cantiere, e malgrado il ritardo che inevitabilmente si ripercuoterà sull’avanzamento del cantiere.
Le attività di risanamento dell’impalcato stradale potranno riprendere solo al termine di queste operazioni. Un prossimo calendario che includerà questi nuovi interventi e la riprogrammazione delle 15 notti di lavori restanti sarà pubblicato nei prossimi giorni.
---
INFO VIABILITÁ – Le notti di chiusura programmate per la settimana 20 saranno utilizzate per realizzare interventi di manutenzione di altra natura. Pertanto, la circolazione sarà completamente interrotta nelle notti seguenti:
-  lunedì 17 maggio, dalle ore 22:00 alle ore 6:00;
-  martedì 18 maggio, dalle ore 22:00 alle ore 6:00;
-  mercoledì 19 maggio, dalle ore 22:00 alle ore 6:00;
-  giovedì 20 maggio, dalle ore 22:00 alle ore 6:00.
Ciascuna interruzione avrà una durata di 8 ore (e non di 10h30 come inizialmente programmato).

Allegati

Marzo 2021

Risanamento di due porzioni di impalcato stradale – Una sfida di ingegneria civile che si rinnova nel 2021, al servizio della sicurezza

Courmayeur/Chamonix, 11-03-2021

È stato presentato stamani presso il Courmayeur Mountain Cinema, alla presenza di numerosi giornalisti italiani e francesi, il programma dei lavori di risanamento di due porzioni di impalcato stradale del Traforo del Monte Bianco per un totale di 1.136 metri.
I lavori saranno realizzati da fine marzo a giugno 2021.
Gli 11,6 km del Traforo del Monte Bianco sono oggetto di un costante e puntuale monitoraggio, in particolare le opere civili: impalcato, volta e canali di ventilazione. Questa attività di controllo ha consentito di:
- individuare con ampio anticipo la necessità di risanare l’impalcato su una prima porzione di 555 metri lineari (intervento realizzato nel 2018, tra marzo e giugno);
- di programmare una seconda fase di lavori su altri 1.136 metri lineari di impalcato stradale, suddivisi in due porzioni di galleria, a monte e a valle della zona interessata dai lavori del 2018, equivalenti complessivamente a poco meno del 10% della lunghezza totale del traforo.
Al fine di preservare questa via di comunicazione strategica per l'economia locale ed europea, è stata messa a punto una metodologia di lavoro innovativa che consentirà di operare principalmente in orario notturno e di ripristinare la circolazione dei veicoli ogni mattina, garantendo la sicurezza del personale di cantiere e degli utenti del traforo.
I 1.136 metri di impalcato saranno così sostituiti poco a poco, notte dopo notte, entro l’estate 2021. Durante ogni notte di chiusura, saranno allestiti due cantieri in simultanea, con l’utilizzo di 3 carri ponte specificatamente concepiti per il Traforo del Monte Bianco, con un avanzamento di 45 metri a notte (15 metri per carro ponte). I lavori saranno realizzati dal raggruppamento di imprese BOUYGUES TP RF / COLAS RAA.
Questo progetto rappresenta un investimento di 17 milioni di euro, finanziati al 50% da ciascuna delle due società concessionarie, SITMB e la sua omologa francese ATMB.

Febbraio 2021

Ripristino della circolazione a seguito di un guasto sulla rete informatica

Courmayeur/Chamonix, 14-02-2021 – 11h50

Oggi domenica 14 febbraio 2021 alle ore 7.40 la circolazione di tutti i veicoli al Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni per una durata di 3 ore e 45 minuti circa, a causa di un guasto sulla rete informatica che ha reso indisponibile una parte degli impianti del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’avaria hanno potuto proseguire la loro marcia e raggiungere il piazzale opposto senza problemi.
I tecnici del GEIE-TMB, intervenuti rapidamente, hanno potuto ripristinare la funzionalità del sistema.
Fatte le necessarie verifiche, alle ore 11:25, la circolazione è stata ripristinata nelle due direzioni per tutti i veicoli.

Febbraio 2021

Interruzione della circolazione a causa dell’avaria di un mezzo pesante

Courmayeur/Chamonix, 10-02-2021 – 16h20

Oggi mercoledì 10 febbraio 2021 alle ore 14:51 la circolazione di tutti i veicoli è stata interrotta nelle due direzioni a causa dell'avaria di un mezzo pesante (trasporto di plastica) avvenuta all’interno del traforo all’altezza della piazzola di sosta n. 02, a circa 900 metri dall’entrata lato Francia.
L’avaria, probabilmente riconducibile alla rottura di un manicotto del radiatore, ha provocato una leggera emissione di vapore acqueo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il traffico all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’evento a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio, al fine di procedere alle operazioni di verifica e messa in sicurezza del veicolo. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso; il loro ingresso in galleria non si è tuttavia reso necessario.
Questo evento non ha avuto alcuna conseguenza sul conducente del mezzo, né su altri utenti presenti all’interno del traforo.
Le persone a bordo degli altri veicoli presenti all’interno del traforo sono state invitate a raggiungere i luoghi sicuri, e sono state assistite dagli operatori e dalle le squadre di sicurezza.
Alle ore 15:08 hanno potuto tornare a bordo dei loro veicoli, e alle ore 15:24 sono stati autorizzati a proseguire il loro viaggio per uscire dal traforo.
Alle ore 15:41, la circolazione dei veicoli leggeri è stata ripristinata a senso unico alternato.
Alle ore 16:18, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.

Febbraio 2021

Interruzione della circolazione a causa dell’avaria di un mezzo pesante

Courmayeur/Chamonix, 08-02-2021 – 18h45

Oggi lunedì 8 febbraio 2021 alle ore 16.40 la circolazione di tutti i veicoli è stata interrotta nelle due direzioni a causa dell'avaria di un mezzo pesante (di trasporto di pelli d’animale) avvenuta all’interno del traforo all’altezza della piazzola di sosta n. 22, a circa 4,5 km dall’uscita lato Italia.
L’avaria, riconducibile al surriscaldamento di un asse, ha provocato l’emissione di fumo.
Pertanto, sono scattate le procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il traffico all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
Questo evento non ha avuto alcuna conseguenza sul conducente del mezzo, né su altri utenti presenti all’interno del traforo.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’avaria a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio, al fine di procedere alle operazioni di raffreddamento delle parti surriscaldate. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco di Courmayeur.
Nove persone a bordo degli altri veicoli presenti all’interno del traforo sono state invitate a raggiungere i luoghi sicuri, e sono state assistite dagli operatori e dalle le squadre di sicurezza. Successivamente hanno potuto uscire dal traforo a bordo dei loro veicoli.
Alle 18:00, la circolazione è stata ripristinata a senso unico alternato.
Alle ore 18:40 circa al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.

Novembre 2020

Interruzioni totali programmate della circolazione - NOVEMBRE e DICEMBRE 2020

Courmayeur/Chamonix, 03-11-2020

Nel corso dei mesi di novembre e dicembre 2020, il GEIE-TMB realizzerà numerose attività di manutenzione che necessiteranno l’interruzione totale della circolazione.
Al Traforo del Monte Bianco, gli ultimi due mesi del 2020 saranno caratterizzati da 9 interruzioni totali della circolazione, alcune delle quali anche in orario diurno, cui andranno ad aggiungersi 6 notti con circolazione a senso unico alternato.
Oltre che dalle consuete interruzioni per la realizzazione di attività di manutenzione ricorrenti e per lo svolgimento dell’esercitazione trimestrale di sicurezza, questi ultimi due mesi saranno interessati da due interruzioni supplementari della durata di 37 e 35 ore ciascuna, nel corso degli ultimi due fine settimana di novembre:
-     da sabato 21 novembre, ore 17.00 fino a lunedì 23 novembre, ore 6.00 (durata dell’interruzione: 37 ore);
-     da sabato 28 novembre, ore 17.00 fino a lunedì 30 novembre, ore 4.00 (durata dell’interruzione: 35 ore).
Queste interruzioni serviranno in particolare per realizzare dei lavori sull’asfalto di due porzioni di galleria, per un totale di circa 1100 metri lineari.
Per la loro natura, al fine di garantire la sicurezza degli utenti e di coloro che operano sui cantieri, dette attività non possono essere realizzate in presenza di traffico.
Il calendario completo delle interruzioni totali e delle notti a circolazione a senso unico alternato è consultabile sul sito alla pagina “Previsioni e interruzioni”.
Si raccomanda agli utenti di informarsi sulle condizioni di agibilità del traforo, consultando il sito web e la app del Traforo del Monte Bianco: www.tunnelmb.net e TMB Mobility.

Settembre 2020

Interruzione della circolazione a causa dell’avaria di un mezzo pesante

Courmayeur/Chamonix, 23-09-2020 – 17h45

Oggi mercoledì 23 settembre 2020 alle ore 16.18 la circolazione di tutti i veicoli è stata interrotta nelle due direzioni a causa dell'avaria di un mezzo pesante (vuoto, immatricolato in Italia) avvenuta all’interno del traforo all’altezza della piazzola di sosta n. 2, dopo circa 0,8 km dall’ingresso lato francese.
L’avaria, riconducibile ad uno pneumatico bloccato, non ha provocato alcuna emissione di fumo.
Questo evento non ha avuto alcuna conseguenza sul conducente del mezzo, né su altri utenti presenti all’interno del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il traffico all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’avaria. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso; il loro ingresso in galleria non si è tuttavia reso necessario.
Una circolazione a senso unico alternato è stata ripristinata alle ore 16:57, dopo che gli utenti fermi in galleria, rimasti a bordo dei loro veicoli, erano stati autorizzati a proseguire verso le due uscite del
traforo.
Alle ore 17.37, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.
Alla ripresa della circolazione, l’attesa registrata ai due pedaggi era di circa 120 minuti sul versante italiano e di circa 60 minuti su quello francese.

Settembre 2020

Interruzione della circolazione a causa dell’avaria di un mezzo pesante

Courmayeur/Chamonix, 23-09-2020 – 14h40

Oggi mercoledì 23 settembre 2020 alle ore 13.27 la circolazione di tutti i veicoli è stata interrotta nelle due direzioni a causa dell'avaria di un mezzo pesante (di trasporto di carne) avvenuta all’interno del traforo all’altezza della piazzola di sosta n. 5, dopo circa 1,6 km dall’ingresso lato francese.
L’avaria, riconducibile al surriscaldamento di un asse, ha provocato una leggera emissione di fumo.
Questo evento non ha avuto alcuna conseguenza sul conducente del mezzo, né su altri utenti presenti all’interno del traforo.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni, e a bloccare il traffico all’interno del traforo mediante l’accensione dei semafori rossi e l’abbassamento delle barriere di traffico disposte ogni 600 metri.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il Traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’avaria a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio, al fine di procedere alle operazioni di raffreddamento delle parti surriscaldate. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso; il loro ingresso in galleria non si è tuttavia reso necessario.
In applicazione delle procedure, le persone a bordo degli altri veicoli presenti all’interno del traforo sono state invitate a raggiungere i luoghi sicuri, e sono state assistite dagli operatori e dalle le squadre di sicurezza.
Alle ore 13:44, sono state invitate a ritornare nei loro veicoli, e alle 13:56 hanno potuto riprendere la loro marcia verso i due piazzali.
Alle ore 14.39, al termine delle operazioni di evacuazione del mezzo in avaria, la circolazione è stata ripristinata regolarmente nei due sensi di marcia.
Alla ripresa della circolazione, l’attesa registrata ai due pedaggi era di circa 45 minuti sia sul versante italiano che su quello francese.   

Settembre 2020

Interruzione circolazione a causa di verifica tecnica su impianto ventilazione

Courmayeur/Chamonix, 22-09-2020 – 11h20

Oggi martedì 22 settembre 2020, alle ore 9:23, la circolazione di tutti i veicoli a Traforo del Monte Bianco è stata interrotta nelle due direzioni a seguito di un’anomalia tecnica rilevata sull’impianto di ventilazione.
In applicazione delle procedure di sicurezza, gli operatori della postazione di controllo e comando hanno immediatamente provveduto a chiudere gli ingressi esterni.
Gli utenti presenti in galleria al momento del rilevamento dell’anomalia hanno potuto proseguire la loro marcia e raggiungere il piazzale opposto senza problemi.
I tecnici del GEIE-TMB, intervenuti rapidamente, hanno potuto effettuare le verifiche necessarie sulla funzionalità dell’impianto.
Terminate le suddette verifiche, la circolazione di tutti i veicoli è stata ripristinata alle ore 10.27.
Alla ripresa della circolazione, l’attesa registrata ai due pedaggi era di circa 20 minuti sia sul versante italiano che su quello francese.

Giugno 2020

Incidente stradale, prolungamento dell’interruzione della circolazione al termine di una notte di lavori di manutenzione

Courmayeur/Chamonix, 23-06-2020 – 6h50

Questa mattina alle ore 5:10, poco prima della riapertura del Traforo al termine di una notte di lavori di manutenzione, si è verificato un incidente stradale all’interno del traforo in corrispondenza del luogo sicuro n.05, a circa 1,8 km dall’uscita lato Francia.
L’incidente è stato causato dall’urto di un veicolo leggero (appartenente al GEIE-TMB) proveniente dall’Italia contro la parete della piazzola di sosta di emergenza. A bordo del veicolo vi era un dipendente del GEIE-TMB.
I servizi di sicurezza interni del GEIE-TMB che presidiano in permanenza il traforo del Monte Bianco sono immediatamente intervenuti sul luogo dell’incidente a bordo dei veicoli in dotazione attrezzati per la lotta contro l’incendio. In applicazione delle vigenti procedure è stato richiesto l’intervento dei servizi pubblici di soccorso.
L’evento non ha provocato alcuna emissione di fumo né principio di incendio.
Il collaboratore del GEIE-TMB è stato preso in carico dai servizi pubblici di soccorso sanitario ed è stato trasportato, a titolo cautelativo per accertamenti, all’ospedale di Sallanches (F).
Nessun altro veicolo è stato direttamente coinvolto nell’incidente.
Al termine delle rilevazioni effettuate dal Servizio di Polizia Binazionale e dell’evacuazione del veicolo incidentato, la circolazione è stata ripristinata alle ore 6:35.
Utilizziamo solo cookie tecnici, strettamente necessari per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito, come indicato nella cookie policy.