subscription Verifica abbonamento

Territorio e aria aperta

Il Traforo del Monte Bianco… degli spazi da scoprire!

Il Traforo del Monte Bianco è un’infrastruttura di primaria importanza, che più di cinquant’anni fa ha permesso di tradurre in realtà i sogni tecnologici più audaci.
Permettendo di superare la barriera delle Alpi in pochi minuti, al di là del suo ruolo di asse di comunicazione essenziale in seno all’Europa, il Traforo del Monte Bianco offre un’opportunità di evasione e di scoperta dando la possibilità di oltrepassare i limiti del proprio orizzonte e di andare alla scoperta di nuovi spazi, turistici, economici, culturali e sociali.

Il Diamante Alpino*

* progetto concepito dalla FEDRE - Fondation pour l'Economie et le Développement durable des Régions d'Europe

Con questo nome, suggestivo ed evocativo, si indica il triangolo geografico delimitato ai suoi vertici dalle città di Ginevra, Torino e Lione: una vasta regione all’interno della quale tre realtà nazionali convivono, trovando la loro identità nella comune appartenenza all’ambiente alpino e a tradizioni storiche millenarie. 
Al centro del “diamante”, il massiccio del Monte Bianco è il simbolo vivente di questa identità. E al di sotto della montagna più alta d’Europa, il Traforo del Monte Bianco, realizzato per favorire gli scambi tra le popolazioni che vivono ai suoi margini, da oltre cinquant’anni assolve al suo ruolo di asse di comunicazione strategico per la mobilità delle persone, delle merci e delle idee.
Nel dare il proprio contributo economico alla realizzazione della carta geografica del Diamante Alpino, il GEIE-TMB ha inteso partecipare ad una iniziativa concepita nell’ottica dello sviluppo sostenibile, offrendo agli operatori attivi sul territorio uno strumento in più per divulgare la conoscenza delle innumerevoli e importanti risorse naturalistiche, artistiche e storico-culturali presenti nella regione.
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Navigandolo accetti i termini e condizioni.